Imprenditoria femminile: cosa bolle in pentola?

Imprenditoria femminile: cosa bolle in pentola?

da | 20 Luglio 2022 | Imprenditoria femminile | 0 commenti

Perché è crescente l’attenzione da parte delle istituzioni sull’imprenditoria femminile?

Nuovi fondi pubblici destinati a donne che vogliono mettersi in proprio, corsi di formazione dedicati, programmi di mentoring e spazi di networking sono all’ordine del giorno. Finalmente, verrebbe da aggiungere!

Secondo il World Economic Forum ci vorranno “135 anni per colmare il divario di genere”. Ognuno di noi dovrebbe avere un problema con questo dato.

Se a questo aggiungiamo che secondo le Nazioni Unite l’emancipazione economica delle donne è la via diretta verso l’uguaglianza di genere e che l’imprenditorialità è il modo più efficace per consentire alle donne di ottenere la libertà economica pur avendo una vita soddisfacente, si comprende il perché come Huky ci costituiti società benefit per supportare l’imprenditoria femminile.

Lo scenario attuale

C’è da tenere presente, però, che non si tratta di un percorso facile. Le donne, infatti, sono sottorappresentate anche nell’ecosistema imprenditoriale e devono affrontare lo stesso soffitto di cristallo del mondo aziendale. Le donne in Europa rappresentano il 52 % della popolazione, ma sono soltanto il 34,4 % dei lavoratori autonomi e solo il 30 % dei titolari di start-up.

Secondo l’Unione Europea, la scarsità di finanziamenti, la mancanza di formazione, di rete e di role model sono le 4 ragioni principali di questa sottorappresentanza.

Il Parlamento europeo sostiene che le donne siano la fonte più preziosa e più ampia di potenziale imprenditoriale e di leadership inutilizzato in Europa e che il supporto delle imprenditrici e delle lavoratrici autonome rafforzerebbe la competitività dell’Europa e la creazione di nuovi posti di lavoro.
Dai report dell’Unione Europea emerge un dato molto interessante, non solo per le donne: un maggior numero di donne nel mercato del lavoro digitale, porterebbe una crescita del PIL per 16 miliardi di euro.
Si comprende come il miglioramento della parità di genere e dell’imprenditoria femminile siano fattori fondamentali per accelerare e rafforzare la ripresa europea, soprattutto nel post pandemia.

Percorsi formativi: perché scegliere RestartHer

È sulla scia di questi dati, sulla volontà di costruire qualcosa di positivo, lavorando per una società più equa, che abbiamo deciso di lanciare il corso formativo online RestartHer, per donne con un progetto di business da realizzare.

Con questo corso si impara a trasformare un’idea in una vera impresa, attraverso un percorso formativo che in 6 settimane (2 ore live a settimana + esercizi individuali e di gruppo) consente di validare le ipotesi alla base di un’idea di business ed essere pronte a partire.

È rivolto a donne che:
• Hanno perso il lavoro durante la pandemia e desiderano mettersi in proprio
• Si sono dimesse per motivi familiari e vorrebbero ripartire dalla loro idea di business
• Vorrebbero cambiare lavoro avviando la loro attività
• Hanno un progetto ma non sanno da dove partire e soprattutto se possa essere redditizio.

La forza di questo corso è data da una metodologia agile di apprendimento, che combina la tradizionale strategia aziendale con l’approccio del design thinking.

Cosa significa concretamente?

Durante queste sei settimane adotteremo insieme un processo iterativo di sviluppo e immediata validazione dei vari “pezzi” di ogni progetto (i tre “pezzi” saranno: la proposta di valore, il modello di ricavo, i canali di vendita). Con questa metodologia non vi è un unico test finale con il potenziale cliente prima del lancio (che potrebbe decretare il fallimento, dopo aver perso tempo e denaro), ma al contrario, si effettuano una serie di test con i potenziali clienti man mano che il progetto viene sviluppato.

Parte integrante della metodologia di questo corso è la collaborazione costante con il gruppo di lavoro e la community di imprenditrici e professioniste con cui ogni partecipante resterà sempre in contatto, anche dopo il corso.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Resta aggiornato sulle novità del settore e i nuovi corsi in partenza.
Iscriviti subito alla nostra newsletter.